domenica 8 aprile 2012

UNA PASQUA SERENA, PER TUTTI!!!

Stamattina mi sveglio comunque presto.
Ho da preparare delle cose da portare per il pranzo corale di Suocera e Cognata Gentile.
Uomo di Ghiaccio dorme ancora e fuori c’è il sole che corre veloce dietro alle nubi bianche e spumose.
C’è silenzio, calma, si sente solo il vento fra le palme.
C’è Pace.
Una Domenica di Pasqua piena di pace, fuori e dentro di me.
Ringrazio Dio, mentre inizio a vestirmi.
E nelle orecchie risuona inaspettata la voce di Padre Nino che, in una calda mattina di Luglio nella sua breve omelia, ci guarda tutti dritto negli occhi, ripetendo:
- “Donne, chi cercate? Chiediamoci anche noi, come l’Angelo al Sepolcro: chi cerco veramente… cosa cerco? Chi pensiamo sia Gesù? Cosa cerchiamo in lui?”

Una valanga di sensazioni e pensieri mi riempie la mente.
Inizio a stendere la pastafrolla, e penso a cosa cercavo in quei giorni, a cosa cerco oggi.
In un attimo rivedo tanti momenti della mia vita: il tempo si espande e si contrae senza regole, ma tanto… a chi servirebbero?
Capisco di avere finalmente delle risposte.
Mi rendo conto di avere un rapporto stabile con Gesù, di aver instaurato con Lui un rapporto reciproco di conoscenza, di confidenza, dopo esserci a lungo cercati e rincorsi.
Le parole e le riflessioni eteree di un tempo si sono trasformate in fatti concreti, senza tradirne l’essenza.

- “Il cuore rivolto a Dio e le mani immerse nella Storia”

Una gioia incredibile si impadronisce del mio cuore.
Tutto ciò nel giorno della Pasqua.
Inforno la prima crostata:
- “Mela… facciamo colazione?”
Uomo di Ghiaccio s’è svegliato, la Storia quotidiana riprende il sopravvento, ma è illuminata da una nuova consapevolezza.

Buona Pasqua di cuore a tutti!

LA CROSTATA DI RICOTTA (potevo non ricominciare a postare ricette con un dolce che non fosse di ricotta?)
Ingredienti:
(per la pastafrolla: la dose è calcolata su 1 kg. di farina, per questa crostata io ne ho usata 1/3):
- 1 kg. di farina 00;
- 600 gr. di burro;
- 4 tuorli;
- 400 gr. di zucchero;
- 1 pizzico di sale;
- la scorza grattugiata di 1 limone, oppure aroma alla vaniglia;

(per la farcia)
- 600 gr. di ricotta fresca di pecora;
- 150 gr. di zucchero semolato;
- 3 uova intere;
- 2 cucchiaini di cannella in polvere;
- gocce di cioccolato fondente, q.b.

Ultimamente ho preso l’abitudine di impastare la pastafrolla, 1 chilo (di farina) per volta, e congelarla (dopo aver suddiviso in panetti l’impasto ottenuto).
Il giorno prima la passo in frigo e l’indomani, et voilà, è pronta per essere stesa, dopo averla velocemente re-impastata.
Foderare la teglia con la pastafrolla, dopo averla unta con il burro.
Bucherellare il fondo e farcirla con il composto di ricotta (ottenuto lavorando la ricotta con lo zucchero, le uova, la cannella e il cioccolato).
Con la pastafrolla avanzata creare delle striscioline, con le quali decorare la crostata.
Infornare a 180°C. per circa 45 minuti.
Sfornare e far raffreddare per bene...
... ancora auguri a tutti!

6 commenti:

  1. Adoro i dolci con la ricotta, come questa crostata, troppo buona!

    RispondiElimina
  2. @Dana: ciao cara, felice che questa ricetta ti piaccia e... bentornata!

    RispondiElimina
  3. sono contenta per la tua Pasqua serena...dentro e fuori! lo auguro a tutti!
    la tua crostata di ricotta è irresistibile! adoro la ricotta nei dolci!
    bacioni

    RispondiElimina
  4. adoro la crostata di ricotta e mi piace leggere che adesso e' tornato il sereno nella tua vita un caro abbraccio e auguri di cuore,anche se in ritardo..ma spero siano ben accetti...baci!

    RispondiElimina
  5. Ciao! Ma sei sparita! Tutto bene?

    RispondiElimina
  6. Ho sentito di aver bisogno di qualcosa e mi sei venuta in mente....Corona in mano. Grazie

    RispondiElimina

Benvenuti!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...